Quali sono i compiti e le funzioni di un RSPP? | Safety Frist

Quali sono i compiti e le funzioni di un RSPP?

Tra le figure responsabili per la sicurezza sul lavoro, c’è il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, di solito abbreviato con l’acronimo di RSPP.

Nell’articolo 32 del Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro (D. Lgs. 81/2008) sono indicate tutte le funzioni e i compiti che chi svolge questo ruolo deve assolvere, dal coordinamento di sistemi alle attività da svolgere.

In questo articolo abbiamo parlato proprio di questo argomento, riportando i suoi doveri e spiegando chi è e cosa fa questa figura.

Indice

Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione: chi è e cosa fa

Responsabile Sicurezza sul Lavoro: RSPP

La figura del RSPP  deve essere sempre presente in un’organizzazione aziendale e si occupa di:

  • individuare e valutare i rischi nell’azienda
  • coordinare e organizzare le attività di formazione per i lavoratori
  • informare i lavoratori sulle misure da adottare
  • individuare i dispositivi e misure di protezione e prevenzione più adeguate alle situazioni di rischio che potrebbero verificarsi in un determinato ambiente di lavoro.

 

Il lavoro del Responsabile è un vero e proprio affiancamento al datore di lavoro nella scelta delle decisioni importanti per garantire la sicurezza nel luogo di lavoro.

Ciò significa che il RSPP supporta questa figura nelle scelte tecniche, ovvero nei casi in cui c’è il bisogno di una consulenza specialistica per prevenire determinati rischi.

Inoltre ha il compito di segnalare tutto ciò che può essere migliorato nell’ambito della sicurezza sul lavoro all’interno dell’azienda, che deve conoscere in maniera dettagliata e approfondita per prendere le decisione al meglio.

Qualche tempo fa, abbiamo riassunto anche sotto forma di infografica i principali compiti del RSPP sulla nostra Pagina Facebook.

 

Nel caso questo professionista abbia bisogno di supporto in caso ad esempio di aziende molto grandi o con sedi dislocate sul territorio, può avvalersi di un’altra figura: l’ASPP, l’Addetti del Servizio di  Prevenzione e Protezione.

Per il datore di lavoro il RSPP è quindi un punto di riferimento per la valutazione, programmazione e sicurezza sul lavoro, un argomento che abbiamo approfondito nel prossimo paragrafo.

 

I rapporti tra RSPP e Datore di Lavoro

Rapporto tra RSPP e Datore di Lavoro

Il Responsabile del Servizio di Protezione e Prevenzione (RSPP) e il Datore di Lavoro (DL) sono delle figure interconnesse, fondamentali per garantire sicurezza e quindi gli equilibri dell’azienda.

Tuttavia, quando è presente un RSPP, il Datore di Lavoro continua ad avere degli obblighi, chi svolge il ruolo del responsabile non può assolvere.

Tra gli obblighi del DL ci sono:

Una volta incaricato dal datore di lavoro, quest’ultimo si assume le responsabilità di assolvere ai suoi compiti e doveri.

Se vuoi sapere di più sugli obblighi del datore di lavoro, potrebbe interessarti anche:
Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro: gli Obblighi del Datore di Lavoro

 

Il datore di lavoro può assumere la funzione di RSPP solo in alcuni casi specifici.

Di seguito abbiamo elencato quali sono:

  • Aziende artigiane o industriali con meno di 30 lavoratori
  • Aziende agricole o zootecniche fino a 10  dipendenti
  • Aziende Ittiche con un limite di 20 lavoratori
  • Aziende di tutti gli altri settori fino a 200 dipendenti

Naturalmente il datore di lavoro deve aver seguito un corso di formazione specifico.

Le domande più frequenti sulla figura del RSPP

Il Responsabile della Sicurezza sul Lavoro ha Responsabilità penali?

Questa figura che svolge una funzione di consulenza per il datore di lavoro e per questo è chiamata spesso come testimone in caso di infortuni gravi o malattia professionale, insieme ai dirigenti, datore di lavoro.

Deve fare quindi molta attenzione nello svolgere il proprio ruolo.

 

Chi nomina il Responsabile di Protezione e Prevenzione?

Questo professionista è nominato dal datore di lavoro (DL).
In alcuni casi, come illustrato nel paragrafo dedicato, anche il DL di lavoro può ricoprire questo ruolo.

 

Un dirigente scolastico può essere un RSPP?

, un Dirigente Scolastico, che nella scuola è il datore di lavoro, può svolgere direttamente il ruolo di RSPP nel caso in cui la scuola non superi i 200 lavoratori, comprendendo tra questi anche gli studenti che frequentano i laboratori.

In tal caso il dirigente scolastico avrà l’obbligo di frequentare corsi di formazione e aggiornamento.

 

Quando si ha bisogno di un rspp interno o di un rspp esterno? Quali sono le differenze?

Questa figura deve essere obbligatoriamente interna all’azienda quando questa:

  • ha più di più di 200 lavoratori
  • è una centrale termoelettrica
  • è un’industria estrattiva con oltre 50 lavoratori
  • è una struttura di ricovero e cura con oltre 50 lavoratori (sia per strutture private che pubbliche)
  • è un’azienda per la fabbricazione ed il deposito separato di esplosivi, polveri e munizioni

Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione può essere esterno se non si è un’azienda citata nei casi di RSPP interno e il Datore di Lavoro non vuole assumersi il ruolo di RSPP.

Conclusioni

Come abbiamo specificato, il Responsabile svolge dei compiti tanto importanti quanto delicati, delle funzioni che si effettuano soltanto se si posseggono capacità adatte all’organizzazione e alla gestione, competenze che si acquisiscono con esperienza e corsi di formazione e aggiornamento frequenti.

La formazione è obbligatoria e prevista inoltre dal Testo Unico, perché chi ha questo ruolo all’interno di un’azienda possa avere conoscenze e competenze adeguate allo svolgimento delle sue mansioni nell’osservanza delle normative.

Vuoi ricevere informazioni sui Corsi di Formazione e Aggiornamento per RSPP?
Compila il form sottostante, ti ricontatteremo al più presto.

Articoli Correlati

Lascia un commento Required fields are marked *
Logo Mw Communication