La Sicurezza sul Lavoro ai tempi del Covid-19 - Safety First

La Sicurezza sul Lavoro ai tempi del Covid-19

La ripresa delle attività lavorative aziendali è stata scandita dalle norme di contenimento della diffusione del COVID-19 al fine di tutelare la salute dei dipendenti e allo stesso tempo preservare la salute pubblica.

In questo contesto, l’applicazione dei protocolli è stata un’operazione significativa per molte aziende, le quali si sono gradualmente applicate nella riorganizzazione dei locali, come il cambiamento delle postazioni dei dipendenti e dei turni di lavoro.

In questo periodo delicato, i dubbi e le richieste degli Italiani sono molteplici, per questo motivo abbiamo posto al nostro Ing. Christian Sbocchi le domande più frequenti degli utenti.

  • L’emergenza sanitaria è entrata prepotentemente nelle nostre vite, senza alcun preavviso ed è stata certamente una situazione nuova, anche per chi lavora in ambito della Sicurezza sul Lavoro. All’inizio della pandemia, qual è stato il primo pensiero come azienda che si occupa di sicurezza?

Il nostro primo pensiero è stato cercare soluzioni differenti per le aziende, prendendo in considerazione le peculiarità di ciascuna di esse. Ma lo scopo di ogni proposta è stato il medesimo, ossia favorire l’occupazione e garantire un clima di serenità, aspetto questo assolutamente non trascurabile in qualsiasi ambiente di lavoro.

  • Nella fase della ripartenza come si è organizzata l’azienda per il ritorno a lavoro?

Abbiamo applicato integralmente il protocollo Condiviso del 24 aprile 2020 con tutte le rispettive misure di sicurezza.

  • Da qualche mese, sicurezza sul lavoro significa evitare contagi da Covid-19: quali servizi offrite ai vostri clienti per supportarli in questa situazione?

Nel periodo del lockdown abbiamo elaborato un nuovo servizio per supportare  i nostri clienti: il Biological Safety Risk, pensato per prevenire rischi di contagio e sorvegliare gli ambienti di lavoro. Questo servizio garantisce pulizia e disinfezione delle zone contaminate, che vengono individuate dopo un’analisi meticolosa. In una seconda fase, ci dedichiamo alla formazione del personale, poiché la conoscenza è fondamentale per continuare a lavorare in sicurezza e prevenire eventuali rischi.

  • Quali consigli dare alle aziende per lavorare in sicurezza in questa fase?

Nella fase 3 che ora stiamo vivendo è fondamentale non abbassare l’attenzione. Pertanto, il nostro consiglio è di continuare a rispettare scrupolosamente i protocolli anticontagio. Tuttavia, in qualità di azienda di Sicurezza sul Lavoro abbiamo già predisposto un piano di risposta worst case, nel caso in cui si presenti una nuova emergenza Covid-19 in autunno (ottobre-dicembre 2020).

Nello specifico prestiamo attenzione all’approvvigionamento preventivo di DPI, dei sanificanti ed altri materiali di consumo a rischio esaurimento.

Per maggiori informazioni o per richiedere una consulenza, visita la sezione apposita del nostro sito

Articoli Correlati

3 comments for this post
  1. Swackhamer, D cialis prescription online Viruses are weird

  2. accutane back acne eHealthMe is studying from 1, 681 Ginger users for its effectiveness, alternative drugs and more

  3. If you are taking any of these drugs, separate the timing of each dose from Golan by at least 2 hours buy generic lasix online The output is one of three functional statuses No function, Decreased function, or Normal function, following the clinical function assignments provided by CPIC and posted by PharmVar, excluding Increased function Fig 1

Lascia un commento Required fields are marked *