Spazi Confinati e/o Sospetti di Inquinamento | Normativa e Formazione - Safety First

Spazi Confinati e/o Sospetti di Inquinamento | Normativa e Formazione

Gli spazi confinati sono ambienti limitati in cui è elevato il pericolo di infortunio o morte,  a causa di molteplici condizioni di rischio.  Il DPR 177/11 — “Regolamento recante norme per la qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi operanti in ambienti sospetti di inquinamento o confinati, a norma dell’art.6, comma 8, lettera g) del D.Lgs. 81/08”, entrato in vigore il 23/11/11 regola la qualificazione delle imprese, dei lavoratori e le procedure generali di sicurezza da applicare nei lavori in spazi confinati e/o sospetti di inquinamento.

L’INAIL li definisce: “un qualsiasi ambiente limitato in cui il pericolo di morte o di infortunio grave è molto elevato, a causa della presenza di sostanze o condizioni di pericolo. Gli spazi confinati sono facilmente identificabili proprio per la presenza di aperture di dimensioni ridotte, come nel caso di: serbatoi, silos, recipienti adibiti a reattori, sistemi di drenaggio chiusi, reti fognarie. […]”

Quali sono i principali obblighi previsti dal DPR 177/11?

Tra i principali obblighi introdotti dal regolamento:

  • Informazione, Formazione e Addestramento specifico per tutti i lavoratori, con verifica di apprendimento e aggiornamento periodico, con procedure di sicurezza e gestione delle emergenze;
  • Dotare i lavoratori di idonei dispositivi di protezione individuale (DPI) e di relative attrezzature e sistemi di sicurezza;
  • Obbligo i disporre personale esperto in numero non inferiore al 30% della forza lavoro;
  • Informare i lavoratori di tutti gli eventuali rischi presenti nell’attività;
  • Il Datore di Lavoro deve individuare un proprio Rappresentante, informato, formato e addestrato in base ai rischi presenti nell’ambiente in cui prestare la propria attività, per vigilare l’operato in tali contesti;
  • Adottare le più opportune procedure di lavoro dirette ad eliminare o ridurre i rischi di queste attività.

Informare, Formare e Addestrare i lavoratori che operano in Spazi Confinati

Il DPR. 177/11 prevede obbligatoriamente attività di formazione e addestramento per tutti i lavoratori addetti ai Lavori in Spazi Confinati e/o Sospetti di Inquinamento.

Per rispondere alle richieste della normativa vigente e garantire una formazione specifica completa ai lavoratori di tutta Italia, abbiamo brevettato due speciali veicoli:

  • UMA, Unità Mobile Addestrativa: veicolo modulare trasformabile, permette di eseguire sette diverse attività d’addestramento e, grazie ad un sistema multimediale con telecamere a infrarossi, consente di riprendere la sessione addestrati in tempo reale. In tal modo, i discenti possono osservare gli errori commessi e apprendere come lavorare in sicurezza in attività ad alto rischio;
  • UMT 4.0, Unità Mobile Tecnologica: evoluzione tecnologica di UMA, permette di formare  e addestrare i discenti con l’utilizzo delle nuove tecnologie dell’industria 4.0, applicate al mondo della sicurezza sul lavoro. Grazie al Sistema Safety X e ad uno speciale Hardware consente di effettuare attività di addestramento totalmente innovative. Durante le sessioni sarà possibile monitorare lo stato dell’operatore impegnato nell’attività, con il controllo costante dei parametri vitali.

Vuoi ricevere maggiori informazioni o richiedere una consulenza del nostro team? Contattaci tramite l’apposito form.

Articoli Correlati

Lascia un commento Required fields are marked *