Spazi confinati: Come lavorare in sicurezza | Safety First

Spazi confinati e/o sospetti di inquinamento: cosa sono e come lavorare in sicurezza

Il Regolamento per la sicurezza negli ambienti sospetti di inquinamento o confinati, definisce tali luoghi come spazi limitati in cui è elevato il pericolo di infortunio o morte a causa di molteplici condizioni di rischio. Per individuare praticamente uno spazio confinato si deve far riferimento a due criteri-guida, quello dell’attualità (si valuta l’ambiente in base a come si presenta) e quello della potenzialità (si valuta l’ambiente in base a come potrebbe presentarsi). La definizione di spazio confinato è quindi abbastanza ampia per essere indicato sotto un termine univoco.

La definizione dell’INAIL:

Per spazio confinato si intende un qualsiasi ambiente limitato, in cui il pericolo di morte o di infortunio grave è molto elevato, a causa della presenza di sostanze o condizioni di pericolo. Gli spazi confinati sono facilmente identificabili proprio per la presenza di aperture di dimensioni ridotte, come nel caso di: serbatoi, silos, recipienti adibiti a reattori, sistemi di drenaggio chiusi, reti fognarie. […]”

 

Il D. Lgs. 81/2008, noto come Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro, riferendosi agli ambienti sospetti di inquinamento e/o confinati, ne evidenzia i divieti e le misure preventive e protettive da adottare. Inoltre, indica i prerequisiti obbligatori per imprese e lavoratori che esercitano la loro attività in suddetti ambienti.

È fondamentale che tutti i lavoratori impiegati nello svolgimento di attività in spazi confinati e/o sospetti di inquinamento vengano informati dal datore di lavoro sulle caratteristiche dei luoghi in cui sono chiamati ad operare e su tutti i rischi e le misure di prevenzione e protezione da adottare e, in risposta alla richiesta della normativa vigente, datore di lavoro e personale addetto, sono obbligati a seguire corsi di formazione e addestramento adeguati.

 

I pericoli negli spazi confinati — l’importanza della valutazione dei rischi

La valutazione dei rischi è presupposto essenziale del sistema di prevenzione e fa parte del DVR (Documento di Valutazione dei Rischi), nel quale risultano le misure di prevenzione e protezione da adottare per garantire un miglioramento della sicurezza aziendale.

Tale Documento viene elaborato dal datore di lavoro in collaborazione con il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP), il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) e il medico competente.

Quali sono quindi i rischi possibili?

I fattori di rischio per gli addetti ai lavori in spazi confinati sono molteplici, tra i principali ricordiamo: la presenza di sostanze inquinanti, la carenza di ossigeno, le cadute accidentali, gli incendi, la folgorazione, le ustioni.

 

I servizi offerti da Safety First

Ogni giorno ci impegniamo per diffondere la cultura della sicurezza, soprattutto in settori in cui i lavoratori operano in situazioni di alto rischio come:

  • Ambienti confinati;
  • Accesso e posizionamento mediante funi;
  • Rilascio e sversamento accidentale di sostanze chimiche pericolose;
  • Impianti elettrici.

Per la sicurezza aziendale sono fondamentali le attività di formazione e addestramento. A tal proposito, abbiamo brevettato uno speciale veicolo, UMA (Unità Mobile Addestrativa) progettato per svolgere sessioni di formazione e addestramento sull’intero territorio nazionale, simulando differenti ambienti di lavoro in tre diversi ambiti. Tutte le attività sono svolte secondo uno schema collaudato e denominato Safety-First “Formazione itinerante per addetti che operano in spazi confinati” e rispettando le richieste del D.Lgs 81/2008.

La sua modularità e flessibilità consentono di addestrare i lavoratori per l’esecuzione in sicurezza di:

  • Attività svolte in Spazi confinati e/o sospetti di inquinamento;
  • Attività che comportano utilizzo di DPI di 3° categoria;
  • Attività svolte ad altezze superiori ai 2 mt e lavori con accesso e posizionamento mediante funi;
  • Lavori elettrici (addestramento pratico per PES-PAV-PEI);
  • Utilizzo dei presidi antincendio e tecniche di estinzione incendi;
  • Allestimento di cantieri stradali.

Inoltre, grazie al nostro personale qualificato, effettuiamo sopralluoghi, verifiche tecniche, procedurali e strumentali per garantire le migliori condizioni di sicurezza nelle attività in ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento secondo il D.P.R 177/11 e il D.Lgs. 81/08.

Per maggiori informazioni o richiedere una consulenza, visitate la sezione dedicata.

Articoli Correlati

4 comments for this post
  1. MRI is highly accurate in the evaluation of endometriosis with a sensitivity of 94 and specificity of 77 3 as it can evaluate areas which are difficult to assess on ultrasound or laparoscopy making it possible to detect endometriotic lesions on multiple sides of the abdomen 43 buy azithromycin fast shipping

  2. What would be your advice starting out to avoid as many side effects as possible cialis online without

  3. We just kind of bro hugged clomiphene 60 pills 25 mg no script usa

  4. priligy india Watch for unexplained mood changes such as sadness, depression, anxiety, panic attacks, irritability, hostility, or thinking about suicide

Lascia un commento Required fields are marked *